Come Coltivare il Gelsomino

In questa guida spieghiamo come coltivare il gelsomino.

Se apprezzi la natura e vuoi impreziosire il tuo balcone o il tuo giardino con una pianta davvero profumata, ecco che non potrai fare a meno di considerare il gelsomino come soluzione alle tue esigenze. Parliamo infatti di una pianta perfetta per ornare gli spazi esterni, ma anche di una pianta che potrai utilizzare come essenza per realizzare profumi naturali davvero gradevoli e delicati. Se anche tu non vedi l’ora di accogliere il gelsomino nella tua abitazione, ecco che questa guida potrebbe esserti davvero utile, vediamo insieme come coltivare il gelsomino, e quali sono le diverse varietà che potrai piantare nei tuoi vasi o in giardino.

Varietà di Gelsomino da Coltivare

Come prima cosa, è importante che tu sappia che il gelsomino è una pianta adatta a qualsiasi periodo dell’anno, dalla Primavera all’Inverno, avrai sempre la possibilità di vedere fiorire questa meraviglia nel tuo giardino o sul tuo balcone. A patto, però, che tu sappia esattamente la varietà di gelsomino che hai deciso di piantare. Ne esistono infatti oltre 200, alcune di queste tipologie di gelsomino fioriscono durante la bella stagione, mentre altre lo fanno in Autunno o addirittura in Inverno, incuranti delle impietose condizioni atmosferiche.

Vediamo quali sono le varietà di gelsomino più diffuse. Il gelsomino comune dai fiori bianchi, che fiorisce in Estate, ed il gelsomino giallo, che invece tende a fiorire in Primavera. Infine, abbiamo anche il Polyanthum, una varietà bianca con i boccioli viola, che fiorisce esclusivamente in Autunno.

Come Coltivare il Gelsomino in un Giardino

Se disponi di uno spazio all’aperto, e vorresti coltivare il gelsomino in giardino, sappi che si tratta di una pianta rampicante o pendula, e che dovrai dunque prevedere una grata o un muro lungo il quale la pianta possa crescere in verticale o in orizzontale. Fatta questa doverosa precisazione, che vale soprattutto per le varietà di gelsomini rampicanti, ti farà piacere sapere che il gelsomino è una pianta davvero robusta, a dispetto delle sue eleganti apparenze questo significa che non dovrai dedicargli grandissime attenzioni. Soprattutto per quanto concerne la fase di innaffiatura, dato che al gelsomino basta la pioggia per ottenere tutte le energie che gli servono per crescere in modo veloce e rigoglioso, in caso di periodi prolungati di siccità, però, dovrai mantenere costantemente umido il suo terriccio.

Il gelsomino da giardino tende ad adattarsi bene sia al sole che all’ombra, predilige un terreno ricco di humus e non necessita di nutrimenti aggiuntivi, motivo per il quale ti basterà averne un’attenzione minima, per poi lasciare fare alla natura. Infine, se non disponi di un muro o di una grata, potresti posizionarlo vicino ad una rete o ad un cancello, il gelsomino saprà comunque come farsi strada e creare un meraviglioso e profumatissimo muro colorato.

Le varietà di gelsomino più indicate per il giardino sono il Jasminum Officinale ed il Jasminum Stephanense.

Come Coltivare il Gelsomino in un Vaso

Nel caso tu voglia piantare il gelsomino in un vaso, magari per metterlo sul balcone o in un piccolo spazio esterno, sappi che la situazione cambia, e che dovrai avere particolare attenzione per la piante. La prima cosa che devi fare, quando acquisti i semi, è informarti presso il fioraio relativamente alla tipologia di gelsomino che hai intenzione di piantare, questo è molto importante per stabilire da subito le dimensioni, che potrebbero essere eccessive per un vaso o per uno spazio troppo ristretto. A parte le dimensioni più o meno grandi, preparati al fatto che dovrai potarlo per permettergli di fiorire.

Per quanto concerne l’ambiente, mai come in questo caso dovrai prevedere un supporto o una pergola lungo i quali fare crescere il gelsomino. Il consiglio è di realizzare una piccola struttura unita al vaso, così da poterlo spostare in modo semplice all’esterno quando c’è il tempo giusto e riportarlo in casa quando le condizioni atmosferiche si faranno gelide.

In ogni caso, per i gelsomini da vaso l’ideale è sempre prevedere un equilibrio, evita di lasciarlo esposto al sole troppo a lungo, perché potresti bruciare le foglie ed i fiori, e soprattutto evita di collocarlo vicino agli spifferi, che potrebbero risultare pericolosi per la sua crescito. Inoltre, al contrario dei gelsomini piantati in giardino, quelli da vaso richiedono un’innaffiatura costante ed un rinvaso annuale, fondamentale per la fase di fioritura del gelsomino.

Infine, alcune considerazioni sul terreno, i gelsomini prediligono un terriccio dotato di una grande capacità drenante, sia in giardino che in vaso. Per questo motivo, il consiglio è di aggiungere sabbia all’interno. La tipologia di terriccio ideale è quello proveniente da un orto, in quanto ricco di nutrienti, quando riempi il vaso, dunque, dai priorità a questa tipologia di terriccio, anche se quello da giardino può andare comunque bene anche per i gelsomini in vaso.

Se vuoi coltivare il gelsomino in vaso, noi ti consigliamo due varietà in particolare, il Jasminum Grandiflorum ed il Jasminum Primulinum, adatti a questo ambiente.

Articoli Simili