Come e Quando Seminare i Girasoli – Guida

In questa guida spieghiamo come e quando seminare i girasoli.

I girasoli sono fiori bellissimi, allegri, che rendono l’estate ancora più piacevole.
Oltretutto si tratta di fiori inconfondibili, dalle corolle grandi e colorate, capaci di distinguersi anche tra mille fiori diversi.
I girasoli hanno anche un altro grande pregio però, sono facili da coltivare.

Il periodo migliore per seminare i girasoli è la primavera, quando il terreno inizia a riscaldarsi.
Prima di procedere assicuratevi che sia passato il periodo di gelo, dipende dalla zona geografica in cui ci si trova, e che il terreno sia caldo e soffice.
Trascorse 2 o 3 settimane dall’ultimo gelo, si può passare alla semina, tenete inoltre presente che i girasoli cresceranno meglio se potranno avere a disposizione almeno 5 6 ore al giorno di sole diretto.
Per farlo e riuscire ad ottenere ottimi risultati basta un pizzico di impegno, non occorrono doti da giardiniere eccezionale.

Per fare in modo che l’operazione vada a compimento e per ottenere quindi girasoli bellissimi, sani e vigorosi, per prima cosa scegliete con accuratezza i semi che poi andrete ad utilizzare.
Sarebbe opportuno acquistare i semi presso un vivaio o un negozio specializzato oppure, in alternativa, si possono prendere dalle sementi per gli uccelli, l’importante è avere il guscio.
Dunque prendete i semi ed avvolgeteli in un tovagliolo di carta inumidito, in modo giusto, non zuppo e grondante acqua.
Mettete i semi in una metà del tovagliolo di carta e ripiegatelo con attenzione coprendoli completamente.

Se si hanno a disposizione molti semi, è anche possibile metterli tutti in piena terra, la germinazione non avverrà prima di 11 giorni dal momento dell’avvenuta semina.
Prendete il telo di carta bagnato e inseritelo all’interno di un sacchetto di plastica, e circa un paio di volte al giorno controllatene la germinazione.
Mettete il tutto alla luce diretta del sole e fate attenzione che la carta sia sempre umida.
La germinazione dovrebbe avvenire, all’incirca, per tutti ed adoperando lo stesso metodo, nell’arco di 48 ore.
Se la piantina si vede, si può prodedere a mettere i semi nel terreno.
Se ci sono semi non germinati, provate ad aprire il bordo dei gusci dei semi oppure toglietene una piccola parte.

Per vedere la fioritura e pertanto i girasoli in tutto il loro splendore bisogna spettare da 80 a 129 giorni.
Ricordate che i girasoli preferiscono un terreno drenato bene, ricco di materia organica da cui trarre sostanze nutritive indispensabili alla loro crescita, quindi saranno certamente aiutati dall’aggiunta di composto nel punto in cui vengono piantati.
Per ottenere buoni risultati, è ovviamente importante scegliere la varietà di girasole più adatta, assicuratevi principalmente che l’altezza sia adeguata per il posto in cui avete intenzione di piantarli.
I girasoli non sono fiori piccoli, alcuni raggiungono solo poche decine di centimetri, ma altri possono superare i 4 metri.

Altro punto molto importante, quando mettete i semi in pieno terreno, poneteli ad una profondità di almeno 2,5 centimetri e distanziati tra loro di almeno 15 centimetr.

Come potete vedere seminare i girasoli è facile e offre grandi soddisfazioni, attenetevi ai consigli che vi abbiamo appena dato e durante la bella stagione potrete godere pienamente della vivacità di questi fiori belli ed appariscenti.

Un consiglio, i fiori di girasole, vistosi ed allegri, una volta essiccati si prestano al confezionamento di addobbi e decorazioni, quindi lasciateli asciugare in estate, quando sarete certi che non ci sarà la formazione di muffe.
Con i fiori di girasole secchi infine, si possono creare bellissime composizioni da mettere in vaso.

Articoli Simili