Come e Quando Seminare i Cetrioli – Guida

In questa guida spieghiamo come e quando seminare i cetrioli.

Una corretta dieta quotidiana non può non prevedere, almeno di tanto in tanto, i cetrioli, ortaggi versatili originari dell’India ma coltivati in ogni parte del Pianeta.
Se è vero che non tutti li gradiscono consumati da soli, è altrettanto vero che essi diventano squisiti se aggiunti ad altre verdure ed ortaggi, per esempio in insalata, un piatto a cui aggiungono sapore e freschezza.
I cetrioli si possono acquistare a modico prezzo presso ogni negozio di ortofrutta e al mercato, ma è facile anche coltivarli da soli, a casa, visto che non richiedono attenzioni particolari, pertanto ogni persona, con un minimo di impegno e seguendo poche istruzioni, può ottenere risultati soddisfacenti.
La pianta del cetriolo inoltre, di tipo rampicante, è anche bella da vedere.

Il mese ideale di semina per quanto riguarda il cetriolo è Maggio, quindi la primavera inoltrata, e questo perché il cetriolo non sopporta le basse temperature, basterebbe una sola gelata fra Marzo ed Aprile a rovinare interamente il lavoro.
La temperatura ideale è dai 20 gradi in su, evitate di seminare quando la temperatura è più bassa.
In linea generale infatti, sappiate che più la temperatura esterna è elevata, migliore sarà il risultato che potrete ottenere.
Lo stesso dicasi per il sole, il cetriolo, per crescere vigoroso, ne ha assoluto bisogno, quindi non seminate in semi ombra se non volete ritrovarvi con frutti piccoli, sbiaditi e poco saporiti.
I

l terreno di coltura, prima di procedere con la semina, non necessita di nessuna attenzione particolare se non dell’eliminazione totale delle erbacce infestanti, che va fatta rigorosamente a mano.
I semi di cetriolo vanno inseriti in piccole buche a 2 cm. di profondità in fila indiana, al massimo 3 semi per buca, per fare le buche utilizzate un piccolo attrezzo da giardino o semplicemente le vostre mani.
Rispettate una distanza tra una buca e l’altra di almeno 50 centimetri e per favorire una crescita corretta e rampicante delle piantine, usate una rete per piselli.
I semi di cetriolo necessitano di tanta acqua, quindi annaffiate abbondantemente tutti i giorni con un innaffiatoio da giardino evitando il tubo ed un getto dell’acqua troppo potente, che farebbe saltare i semini dai loro posti.

Di solito, per vedere i primi germogli si devono attendere 10 giorni, ma potrebbero spuntare anche prima se fa sufficiente caldo esternamente.
I cetrioli non maturano tutti insieme, pertanto devono essere raccolti quando lo fanno. Il momento ideale per farlo è quando hanno raggiunto una lunghezza compresa tra i 15 ed i 20 centimetri. In questa fase, i cetrioli presentano una buccia verde e dura, che col tempo, maturando ancora, diventa gialla, mentre la polpa si fa amara. Lasciatene sulla pianta due o tre così da avere poi altri buoni semi da ripiantare.

Il cetriolo è un ortaggio estivo per eccellenza, anche per la sua freschezza, data da un contenuto di acqua pari al 96% della sua composizione totale.
Tanti e preziosi i minerali in esso contenuti, potassio, magnesio, sodio e fosforo, mentre il particolare sapore della polpa è dato da una buona presenza di vitamina C.
Le molteplici qualità del cetriolo lo rendono un ingrediente molto usato anche nei prodotti estetici.
Quanto alle combinazioni culinarie, sono numerose, perfetto in insalata, il cetriolo piace anche tagliato a fettine con pomodoro, rucola e olio extravergine d’oliva.

Un altro modo per conservare e poter consumare i cetrioli a lungo, anche nei mesi invernali, è metterli sotto aceto.
Per il resto, non vi rimane che lasciarvi ispirare dall’estro del momento oppure di affidarvi ad un ricettario.

Articoli Simili