Come e Quando Seminare la Zucca – Guida

In questa guida spieghiamo come e quando seminare la zucca.

La zucca è considerata uno degli ortaggi migliori sotto ogni punto di vista, gustosa, ma anche estremamente versatile, si può utilizzare in cucina in mille modi diversi.
Chi non ha mai provato, per esempio, il risotto con la zucca. Risulta essere un piatto tipico della nostra tradizione gastronomica, che di solito incontra il gusto di tutti, grandi e piccini.
La zucca infatti, si caratterizza per il sapore delicato e leggermente dolciastro, che però può essere vivacizzato da spezie ed aromi. La zucca può essere cotta in tanti modi diversi ed utilizzata per la preparazione di svariate pietanze, primi, secondi e contorni.
Chi non apprezza troppo il sapore dolce della zucca, può smorzarlo con una bella spruzzata di pepe nero ed il gioco è fatto.

Un ortaggio eccellente insomma, di cui sarebbe opportuno non fare mai a meno in tavola e, all’occorrenza, anche decorativo e simpatico.

La coltura della zucca è abbastanza esigente, ma con impegno ed i consigli giusti si possono ottenere risultati eccellenti anche se non si è degli esperti giardinieri ed agricoltori.
Seguite le nostre istruzioni ed avrete zucche a prova di palato.

Per iniziare, vediamo quando seminare la zucca.
Questo è un aspetto fondamentale per una perfetta riuscita della coltivazione e del raccolto, poiché la zucca non tollera il freddo.
Il periodo giusto è la primavera, quando le temperature diventano miti, questo ortaggio impiega diversi mesi per crescere, fruttificare e maturare i frutti al punto giusto, quindi si deve seminare in primavera per poi raccogliere i frutti in autunno.
Per germinare correttamente, il seme di zucca ha bisogno di una temperatura intorno ai 25 gradi e va in sofferenza se essa scende al di sotto dei 10. Il freddo può far morire le piantine o farle restare nane senza che poi si possa fare nulla per rimediare.
Ecco perché è indispensabile che la semina avvenga non solo in primavera, ma anche quando le temperature sono ormai certamente stabili, visto che le gelate tardive potrebbero rovinare tutto.

Se si vuole impiantare il seme direttamente nell’orto è bene farlo ad Aprile inoltrato, se invece si vuole anticipare la semina, bisogna mettere i semini in barattoli e tenerli in un semenzaio riscaldato.
In questo caso si può iniziare a Marzo ed eseguire il trapianto tra Aprile e Maggio.
I primi germogli si vedranno spuntare dopo 10 o 15 giorni, come già detto, la zucca impiega tanto a fruttificare, pertanto, pur trattandosi di un prodotto della natura tipicamente autunnale, è necessario seminare in primavera.

Il seme della zucca è piuttosto grande, di forma ovale, esso può essere lasciato cadere in una buchetta, ma per facilitarne una crescita corretta, è meglio mettere la punta verso il basso, poiché da qui avranno origine le radici, se osservate un seme di zucca vi sarà semplicissimo distinguerne la punta.
Le buchette, poste ad una giusta distanza tra di loro, devono ,essere profonde circa 2 centimetri, potete scavarle con un piccolo attrezzo da giardino oppure direttamente con le mani.

Se si sceglie di piantare le zucche nell’orto, occorre tenere presente che questi ortaggi, viste le dimensioni, hanno bisogno di spazio, per ottimizzare lo spazio, è meglio mettere due piante vicine facendole sviluppare in opposte dimensioni, in genere le piante si sviluppano orizzontalmente e in maniera strisciante.
A seconda della varietà, le piante devono essere distanti tra loro circa 160 o 200 centimetri.

Il tipo di terreno è molto importante, poiché la zucca è, da questo punto di vista, decisamente esigente.
Se si vogliono ottenere zucche di buona qualità, succose e ricche di principi nutritivi, il terreno deve essere drenante e fortemente concimato.
Sarebbe opportuno, per esempio, dare alla terra un supplemento di potassio, ovviamente in modo del tutto naturale, mescolate al letame della cenere.
Può sembrare superfluo, ma è sempre meglio ricordare che i concimi chimici devono essere assolutamente banditi, in quanto lascerebbero tracce negli ortaggi.

Seguendo queste semplici istruzioni, durante la stagione autunnale vi sarà possibile raccogliere delle ottime zucche da usare in cucina per la preparazione di tanti piatti.

Articoli Simili