Cosa Seminare a Novembre

A Novembre siamo ormai in pieno autunno, l’inverno è alle porte e non manca molto alle gelate che caratterizzeranno i mesi successivi, pertanto non sono molte le colture che si possono seminare.

Tuttavia ortaggi che sopportano tali condizioni climatiche ci sono, vediamo di cosa si tratta.

Le fave ed i piselli sono tra questi, essi si possono seminare in pieno campo e saranno pronti a primavera. Risulta essere importante che scegliate varietà adatte al periodo autunnale, ovvero i piselli a seme liscio, che resistono bene al freddo, e le varietà tardive per quanto riguarda le fave. Anche se è tardi, oltre a fave e piselli, potete provare a seminare gli spinaci, le cime di rapa, i lattughini e la valeriana, che certamente resisteranno meglio alle basse temperature se li coprite nelle ore notturne.

A Novembre è possibile piantare anche i bulbi dell’aglio e i bulbilli di cipolla, varietà invernali, se abitate però in una zona in cui il freddo è davvero molto rigido, per procedere alla semina di questi ortaggi sarà meglio aspettare la fine dell’inverno oppure l’inizio della primavera, quindi il periodo compreso tra fine Febbraio ed inizio Marzo.
Anche ceci e lenticchie possono essere seminati a Novembre e raccolti da Maggio a Luglio.
Tutto ciò riguarda l’orto all’aria aperta, mentre carote, rapanelli ed insalate possono stare in coltura protetta.

Anche se le colture da seminare a Novembre non sono molte, ci sono tuttavia tanti lavori da fare ugualmente importanti, come i raccolti, la preparazione del terreno per la semina che verrà fatta l’anno dopo, proteggere le piante dal freddo e le concimazioni.
In pratica il mese di Novembre rappresenta il momento più adatto per pensare all’anno successivo, quindi va bene per comprare le sementi che poi l’anno dopo si pianteranno nell’orto.

A novembre è possibile preparare dei semenzai con semi di lattuga, rucola, valeriana e ravanelli, che poi potranno essere trasferiti in vaso oppure in piena terra. La semina in semenzaio offre i suoi frutti se le future piantine vengono situate in un luogo dove possano essere riparate dalle frequenti gelate che si verificano in inverno. Per creare un semenzaio si possono utilizzare dei barattoli di recupero facendo dei buchini sul fondo. I barattoli dello yogurt ad esempio, sono perfetti allo scopo.
La semina in semenzaio è fortemente consigliata nelle località in cui il clima è più rigido.

Per procedere ai lavori dell’orto, ma anche ad operazioni di giardinaggio, nel modo migliore, vi consigliamo di tenere una apposita agenda dove annotare tutto ciò che fate, ovvero le date della semina e dei vari lavori, la frequenza delle annaffiature, le concimazioni, eventuali lavori di altro genere come coperture e protezioni e tutto ciò che concerne l’orto ed il giardino, in modo da avere tutto sotto controllo e ridurre al minimo la possibilità di errori e, quindi, di colture mal riuscite.

Chi infine ha un orto sul balcone di casa, se avrà effettuato la semina nei mesi precedenti, a Novembre potrà raccogliere rucola, prezzemolo, salvia, rosmarino e lattughino da taglio; di seguito potrà di nuovo procedere sia alla semina della comune rucola da tavola e selvatica che a quella del lattughino, delle cime di rapa, delle carote, dei piselli, degli spinaci, delle fave e dei ravanelli.

Articoli Simili